lunedì 16 novembre 2015

R.O.C. - Il potere antiossidante delle arance rosse di Sicilia

arancia R.O.C.

In quantità variabile, gli antiossidanti sono presenti in tutte le varietà di frutta.
Queste preziose sostanze chimiche che prevengono l'ossidazione delle cellule, contrastando i radicali liberi, sono considerati dei preziosi alleati per il benessere del nostro organismo.
Anche se alcuni recenti studi non sembrano osservare reali benefici nelle cellule già colpite da cancro, difendono comunque in modo efficace le cellule sane del corpo dai danni ossidativi.

Si possono trovare con maggior concentrazione in albicocche, frutti di bosco (fragole, mirtilli, more, lamponi, riber nero), ciliegie, limoni, pompelmi, arance, rabarbaro, kiwi, prugne, pere, melagrane, mele, uva rossa.
Sudi recenti hanno portato alla luce aspetti significativi, valutando le proprietà antiossidanti delle arance rosse di Sicilia, dei mirtilli e delle more.

Per quanto riguarda le arance rosse di Sicilia: questa varietà cresce esclusivamente in Sicilia e differisce dalla varietà di arance bionde per la presenza nel suo estratto R.O.C. 

R.O.C. è un estratto standardizzato, derivato da tre varietà di arance rosse, Moro – Tarocco e Sanguinello) di pigmenti rossi appartenenti alla classe delle antocianine.
Queste antocianine sono presenti anche nel sambuco e nel mirtillo ma in quantità inferiore e non pura come in questo caso.

L’antiocianina presente, in questa tipologia di arance è molto più attiva della Vitamina C ad inattivare i radicali liberi, per una maggiore concentrazione di acidi idrossicinammici e flavanoni.
I flavononi sono riconosciuti a livello scientifico per la capacità di proteggere il DNA dai danni indotti dalle radiazioni UVB. (1)
Difatti queste sostanze rappresentano un elevato potere antiossidante che difende il frutto dalle condizioni climatiche estreme, come le elevate escursioni termiche che si verificano nella zona circostante l’Etna.



L’estratto R.O.C. è stato sottoposto a diversi studi per evidenziarne la capacità fortemente antiossidante e antiradicalica: come già prima sottolineato e si è evidenziata un’importante azione protettiva nei confronti del DNA; inoltre sembra essere molto importante l’effetto protettivo sui danni indotti da eccessiva produzione di radicali liberi alla pelle e ai suoi componenti.

Letteratura scientifica riporta che un’eccessiva produzione di radicali liberi nella pelle, dovuta a diversi fattori come inquinamento, stress, fumo, radiazioni solari, ecc.., determina gravi danni al tessuto cutaneo. 

Alcuni studi effettuati allo scopo di verificare la capacità dell’estratto R.O.C. di proteggere la pelle, hanno mostrato un’importante capacità foto protettiva.


Da ultimo, per verificare la potenzialità d’uso dell’estratto R.O.C. come ingrediente da utilizzare in prodotti salutistici quei gli integratori alimentari sono stati effettuati studi, somministrando 100mg/die di R.O.C. su soggetti con diminuite capacità antiossidanti come i fumatori con ottimi riscontri.

In conclusione: l’estratto R.O.C. può essere utilizzato con efficacia nella formulazione di prodotti dietetici-nutrizionali per migliorare le difese di soggetti con compromesse capacità antiossidanti e con stress ossidativi elevato.
Inoltre per la loro capacità di difendere il tessuto cutaneo ed i suoi componenti dai danni provocati alla pelle da un’eccessiva produzione di radicali liberi (fumo, esposizione al sole,..), l’estratto può essere usato sia per la formulazione di alcuni prodotti cosmetici che nella preparazione di “nutracosmaceutici”. (2)






(1). Cornelli U, Bonina F, Valsasina T, Cornelli M. Antioxidant activity of the red orange [original title “Attività antiossidante del red orange”]. Progress in Nutrition. 2000. 2 (1): 1–7. 

(2).  Bonina F, Puglia C, Saija A, Trombetta D, Vanella A, Russo A, Rapisarsa P, Cornelli U, Trincali G, Insirello E, Ferro M. Health properties of Sicilia’s red oranges: an elisir of Etna volcano [original title “Proprietà salutistiche delle arance rosse di Sicilia: un elisir dell’Etna”]. L'integratore nutrizionale. 2002. 4: 7–15.








4 commenti:

  1. Caro Mirko, mi piace questo articolo, se sei d'accordo mi piacerebbe inserirlo sul mio blog, riportando naturalmente il tuo nome come autore e l'url del tuo blog... fammi sapere

    RispondiElimina
  2. Nessun problema, anzi ti ringrazio.

    RispondiElimina
  3. Caro Mirko,
    nel primo rigo c'è un errore di digitazione "verità" al posto di "varietà"... Buona serata, a presto!

    RispondiElimina
  4. Il refuso è sempre in agguato ! Grazie.

    RispondiElimina